Il  Maltese è  un cane intelligente e caratterialmente molto devoto. Vive letteralmente per il padrone e non può fare a meno della sua presenza.

E’ un cane che comunica moltissimo e che partecipa ad ogni istante della vita in famiglia: con un Maltese in casa non si conosce il significato della parola noia.

In meno di 5kg di cane troverete praticamente tutte le razze del mondo!

Il Maltese se la tira come un Levriero, ma sa fare il pagliaccio come uno Staffy, è bello come una statua e casinista come Gatto Silvestro, è permaloso come un Akita, ma sa diventare languido e tenero come un Beagle.  

Si può ben dire che il Maltese sia il cane da compagnia con la”C” maiuscola, ideale per le famiglie con bambini, grazie al suo carattere affettuoso, dolcissimo e mai aggressivo.  

Dotato di indole coraggiosa, si rivela un ottimo guardiano. Sempre vigile ed attento, avvisa prontamente il padrone ad ogni rumore sospetto. Nonostante le ridotte dimensioni non esita ad imporsi a malintenzionati che osano violare il suo territorio.

L’appartamento è il suo regno, in cui vive senza creare alcun problema.

Si affeziona in modo sorprendente al padrone e cerca sempre di essergli vicino.

La sua lealtà e ubbidienza sono indiscutibili e pur essendo tanto piccolo diffonde amore a volontà.

Ha sempre un comportamento molto docile e attento e grazie alle sue spiccate doti di apprendimento è molto apprezzato come cane da esposizione e nelle gare di Agility Dog. E’ un cane molto robusto e non soffre di patologie particolari. 

STORIA E ORIGINI

Sulle sue origini ci sono diverse teorie. Alcuni studiosi lo ritengono originario  dell’isola di Malta. Altri pensano che il suo nome derivi da Melita, località vicina a Messina, nell’odierna Sicilia. Inizialmente fu utilizzato dall’uomo come “cane da lavoro”, per cacciare i piccoli roditori dai magazzini  e dalle navi mercantili e furono proprio le rotte commerciali del Mediterraneo che ne avvantaggiarono al diffusione. Passò quindi dall’essere un cane da “fatica” all’essere il cane da compagnia più apprezzato dall’alta  società greca e romana. Il poeta Marziale scrisse addirittura una poesia dedicata ad Issa, l’ adorata maltesina del Governatore  romano di Malta Publio.  Nei secoli è sempre stato ammirato per la sua bellezza ed eleganza, comparendo anche in numerosi dipinti di maestri quali Bruegel, Tiziano, Goya,  Tintoretto, Veronese e molti altri, in compagnia di nobili dame. Da Maria Antonietta, a Giuseppe Verdi fino ad Elizabeth Taylor, i personaggi famosi hanno scelto spesso un Maltese come animale da compagnia.

CUCCIOLI

In media una femmina di Maltese partorisce 3 cuccioli; raramente 4 o 5. A circa 15 giorni dalla nascita cominciano ad aprire gli occhi ed attorno ai 20 giorni vista olfatto ed udito sono perfettamente funzionanti. Molto intelligenti individuano subito un area su cui fare i propri bisogni ed in genere l’educazione alla vita in famiglia non pone particolari problemi. Il cucciolo impara presto dove “sporcare” e quello che gli è permesso fare. 

MANTELLO

 E’ raro ammirare il Maltese in tutto il suo splendore, se non nelle esposizioni di bellezza. Se solitamente un cane non necessita di bagni frequenti perchè normalmente il pelo, per praticità, viene tenuto abbastanza corto, il Maltese da esposizione viene regolarmente lavato una o due volte a settimana. Tutto il pelo, dalla testa alla coda, compresi i baffi,deve essere raccolto a ciocche in apposite cartine, per non sciuparne le doti di tipicità e mantenere intatta la “mantellina di seta”.Ha un manto di un bianco candido ed ha un pelo morbido e sottile, simile ai capelli umani.